Oggi, il massimo della pena qui in Italia, quando si commette un delitto o un reato davvero molto grave, è l’ergastolo. Ovviamente, è molto rara come pena. Ma un tempo, se si scava ben ben nel passato le pene non era poi tanto “cordiali”. Anche le condizioni nelle carcere era completamente diverse un tempo.

Oggi chi ha commesso un errore con la giustizia ha l’opportunità di rimettersi in piedi già a partire dalla condotta nel carcere. Può lavorare, crearsi hobbies, fare amicizia, insomma, tutto quello che servo per reintegrare le persone nella società, proprio perché tutti siamo persone e tutti possiamo sbagliare ma dobbiamo anche avere la possibilità di rimetterci in gioco.

Un tempo non c’erano questi metodi. C’era per esempio la pena di morte, con mezzi a dir poco discutibili, ma c’era anche la tortura. Se avete mai visitato un castello medievale, uno di quelli che un tempo veniva anche adibito a carcere, sapete bene di cosa stiamo parlando. Si tratta di pratiche davvero disgustoso e che mettono i brividi al solo pensarci. Molte persone, infatti, restano a bocca aperta quando ascoltano le guide spiegare a cosa servivano determinati strumenti o oggetti dalle indubbie e sospette forme.

Alcuni sono davvero inquietanti. Pensate quanto hanno sofferto le persone chele hanno dovuto subire? Incredibile quanto può essere grande la crudeltà dell’uomo! Se il video ti è piaciuto, continua a seguire la nostra pagina. Qui troverai tanti altri video che potrai condividere sui social che preferisci.

Commenti

commenta