Il progetto sovietico “ISIS” è nato negli anni ’60 in seguito al ritrovamento nella piana delle piramidi di Giza, di una tomba risalente al 10500 Avanti Cristo, con all’interno il corpo di un presunto extraterrestre, il “Dio Osiris”, il primo Faraone dell’Egitto.
Nel 1959 il 43% degli “aiuti” che l’URSS dava alle nazioni in via di sviluppo erano destinati all’Egitto, inoltre nello stesso anno risultavano presenti in territorio egiziano circa 20000 soldati sovietici. Il 24 Luglio 1960 il KGB si interessò ad un racconto fatto da due beduini ricoverati in stato confusionale all’ospedale del Cairo, questi continuavano a ripetere di aver trovato la “Tomba del Visitatore”.

Commenti

commenta