Nuova visita di Matteo Renzi, nuove contestazioni.

Il premier, arrivato a Reggio Calabria per inaugurare il Museo archeologico, ha trovato ad attenderlo un foltissimo gruppo di contestatori, perlopiù lavoratori, che ha preferito evitare entrando da un ingresso di servizio. In piazza, nel frattempo, il clima si è surriscaldato, con alcuni manifestanti che hanno abbattuto le transenne poste per contenerli. Nel parapiglia, le lacrime di una donna, con in mano un pugno di monetine: “Che cos’è il Jobs act? Deve venire qua, gli devo tirare questi, che mi restano fino al 12 del mese”.

Commenti

commenta